Anatroccolo o cigno?

Sentirsi "brutti anatroccoli" significa vivere in modo problematico il rapporto con il proprio corpo ma il legittimo desiderio di ricevere attenzione, rispetto e fiducia non può basarsi sul confronto con gli altri, ma unicamente sulla consapevolezza del proprio valore.
Prezzo speciale 2,95 € Prezzo predefinito 3,10 €

IVA inclusa

risparmi il 5%
Fuori catalogo

Spedizione con corriere espresso
2/3 giorni lavorativi.

Sentirsi "brutti anatroccoli" significa vivere in modo problematico il rapporto con il proprio corpo. Modelli culturali imposti dai mass media possono generare un senso di inadeguatezza e quindi di insicurezza, condizionando - e a volte compromettendo - i rapporti sociali. Il legittimo desiderio di ricevere attenzione, rispetto e fiducia non può basarsi sul confronto con gli altri, ma unicamente sulla consapevolezza del proprio valore.

Il testo di G. Paravati, particolarmente adatto a preadolescenti, adolescenti e loro genitori, si articola in otto capitoli: Brutti anatroccoli si nasce...; ... o si diventa?; Pubblicità regresso; Mode e pappagalli; Una questione di riflessi; Il bell'anatroccolo; Qualcosa a cui non rinunciare; Lettera d'amore da uno Sconosciuto.

Dettagli
Autore Gabriella Paravati
Collana Note di psicologia
Editore Paoline
FormatoLibro - Brossura
LingueItaliano
Tipo di edizioneIllustrata, Integrale
Paese di produzioneItalia
Anno di pubblicazione2004
Luogo di pubblicazioneMilano
Nr. edizione1
Pagine40
EAN/Codice Prodotto9788831526760
0
Rating:
0% of 100
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account
Ti potrebbe interessare
I più visti