Elogio di Costantino

Discorso per il trentennale – Discorso regale

Il Discorso per il trentennale rappresenta il primo trattato cristiano di teologia politica. Il Discorso Regale è una “apologia”, un trattato teologico teso a spiegare i motivi dell’incarnazione del Logos Continua...

 Categorie:

Editore Paoline
Argomento COSTANTINO IL GRANDE
DestinatariAdulti , Studiosi
Formatodisponibile nel formato Libro - Rilegato Libro - Rilegato
Prezzo speciale 27,55 € Prezzo predefinito 29,00 €

IVA inclusa

Acquista subito e risparmi il 5%
Disponibile

Spedizione con corriere espresso
2/3 giorni lavorativi.

L’Elogio di Costantino è un testo composto da due differenti discorsi (sempre trasmessi nella tradizione insieme, come fossero una unica opera): il Discorso per il trentennale, pronunciato il 25 luglio 336 per celebrare i trenta anni di regno dell’imperatore Costantino (306-337) e il Discorso regale, composto nello stesso anno.

ccEusebio combina il pensiero ellenistico e altoimperiale sul concetto di regalità con la tradizione biblica: il sovrano come immagine di Dio nella prospettiva antropologica biblica dell’imitazione di Cristo. Il sovrano ideale, che instaura un regno giusto specchio di quello celeste, non è figura divina, ma è assimilato ai patriarchi biblici, è “l’uomo di Dio”, con il quale Dio stabilisce un patto di alleanza.

Il Discorso Regale, ritenuto a lungo l’orazione di dedicazione per la chiesa del Santo Sepolcro di Gerusalemme, è una “apologia”, un trattato teologico teso a spiegare i motivi dell’incarnazione del Logos e rivolto a confutare le accuse pagane contro il cristianesimo (in esso confluiscono molte parti della Teofania) altro trattato di Eusebio. Il Discorso regale si pone in continuazione ideale con il Discorso per il trentennale in quanto vuole dimostrare la coincidenza tra monoteismo e monarchia.

La contemporaneità tra impero romano e cristianesimo, realizzatasi sotto Augusto, viene portata a compimento da Costantino, il quale, riproducendo in terra l’immagine del regno ultraterreno, attua sia l’unità dell’impero sia l’unità religiosa. Questa unità, instauratasi allora per la prima volta, aveva realizzato le promesse evangeliche di pace.

In questo volume di patristica, si propone una lettura nuova (ben documentata con studi e ricerche di validi studiosi), di un Eusebio, troppo spesso valutato sbrigativamente come vescovo prezzolato al servizio del potere imperiale, e di un Costantino non sincero nelle sue convinzioni religiose.

Dettagli
Autore Eusebio di Cesarea
Curatore Marilena Amerise
Collana Letture cristiane del primo millennio
Editore Paoline
Prezzo speciale23,20 €
FormatoLibro - Rilegato
LingueItaliano
Tipo di edizioneScientifica
Paese di produzioneItalia
Anno di pubblicazione2005
Luogo di pubblicazioneMilano
Nr. edizione1
Pagine272
EAN/Codice Prodotto9788831529730
0
Rating:
0% of 100
Scrivi la tua recensione
Solo gli utenti registrati possono scrivere recensioni. Accedi o crea un account
Ti potrebbe interessare
I più visti